Ice Crash
Terme Sensoriali di Chianciano Terme

Ambiente color bianco ghiaccio tutto di mosaico, per questo locale dove regna il freddo, simboleggiato dall’erogatore di puro ghiaccio al centro.

In cosa consiste l’ice crash?

La terapia del freddo è un trattamento tonificante e rivitalizzante pensato per completare il percorso caldo tipico dei centri termali: dopo sauna e bagno turco, infatti, la cascata di ghiaccio riproduce l’antico rituale del freddo che i romani sperimentavano nel frigidarium, restituendo nuova energia alla pelle e ai tessuti.

L’ice crash è un locale dove l’ospite incontra l’acqua nella sua declinazione più o meno fredda, più o meno solida, dalle docce alle nebbie, fino alla scelta dell’impatto con ghiaccio in blocchetti, una vera sferzata di energia per chi cerca esperienze “estreme”. Sono esperienze legate in successione rispetto ai trattamenti in cui il corpo si riscalda per un effetto contrasto assolutamente raccomandato.


Quali sono gli effetti e i benefici dell’ice crash?

Gli effetti benefici della crioterapia (letteralmente “terapia del freddo”) sono noti sin dai tempi più remoti e ancora oggi sono utilizzati contro svariate tipologie di disturbi. Il ghiaccio infatti ha un effetto analgesico sulla zona trattata ed è molto utile per diminuire il dolore muscolare e alleviare il gonfiore.

L’alternanza fra caldo e freddo tipica dei percorsi spa determina infatti una perfetta ginnastica vascolare: se il freddo provoca una vasocostrizione, il caldo favorisce la vasodilatazione. Si stimolano così le pareti dei vasi e la circolazione sanguigna. Il passaggio dal caldo al freddo conferisce una potente sferzata di energia, benefica per l’intero organismo.

È possibile sfruttare la pratica della crioterapia anche per il recupero di traumi da sport: bastano infatti pochi minuti per rilassare i muscoli e assistere a una riduzione delle infiammazioni e degli altri sintomi derivanti da infortuni.


Quali sono le controindicazioni dell’ice crash?

In caso di malattie croniche o di altri problemi di salute, prima di sottoporsi alle terapie del freddo è buona norma consultare il proprio medico. Le controindicazioni dell’ice crash riguardano patologie cardiache, circolatorie e pressorie.

È un locale dove l’ospite incontra l’acqua nella sua declinazione più o meno fredda, più o meno solida, dalle docce alle nebbie, fino alla scelta dell’impatto con ghiaccio in blocchetti, una vera sferzata di energia per chi cerca esperienze “estreme”.


Sono esperienze legate in successione rispetto ai trattamenti in cui il corpo si riscalda per un effetto contrasto assolutamente raccomandato. L’alternanza fra caldo e freddo determina infatti una perfetta ginnastica vascolare: se il freddo provoca una vasocostrizione, il caldo favorisce la vasodilatazione.


Si stimolano così le pareti dei vasi e la circolazione sanguigna. Il passaggio dal caldo al freddo conferisce una potente sferzata di energia, benefica per l’intero organismo. Le controindicazioni riguardano patologie cardiache, circolatorie e pressorie.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
prenotazione@termechianciano.it