Un giorno a Siena: tutto quello che c'è da sapere

Per visitare Siena in un giorno è preferibile concentrare il vostro interesse sui luoghi centrali e dedicare la visita dei monumenti minori e dei dintorni a un viaggio di più giorni. Ecco i nostri consigli, con un occhio anche ai più piccoli.


Visitare Siena in un giorno (a piedi)


Siena è una delle città più belle e visitate d'Italia, e proprio per questo il centro storico è accessibile solo a piedi. Dunque visitarla in un giorno equivale a visitarla a piedi.

Iniziate il vostro tour da Piazza del Campo, cuore pulsante del Palio di Siena, che si svolge nei giorni 2 luglio e 16 agosto. Da qui si diramano le strade che dividono la città nei tre Terzi, che a loro volta contengono le contrade sfidanti del Palio. Sul caratteristico pavimento in mattoni vedrete nove strisce a ricordare il Governo dei Nove, che dall’alto accentuano la caratteristica forma a conchiglia del Campo.

Sulla piazza si affacciano il Palazzo Pubblico, la fonte Gaia e la famosa Torre del Mangia, con i suoi 88 metri. Se decidete di salire i 400 scalini della torre sarete ricompensati da una vista ineguagliabile su tutta Siena.

Palazzo Pubblico ospita il museo civico, dove potrete scoprire l’arte senese: ammirerete il realismo dei volti della Maestà di Simone Martini e l’affresco di vita politica dell’Allegoria ed effetti del Buono e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti. Uscendo di nuovo su Piazza del Campo, osservate la Loggia della Mercanzia, con le arcate impreziosite dalle sculture di Federighi e del Vecchietta.

Siena è piena di salite e discese che la rendono caratteristica, ma che spingono anche i visitatori a preferire itinerari brevi. Dalla piazza principale di Siena potete raggiungere in pochi passi piazza del Duomo: la cattedrale di Santa Maria Assunta vi sorprenderà con il marmo bianco e nero e la facciata in stile romanico-gotico.

Entrando in chiesa resterete senza parole per la sua ricchezza: il pavimento, in gran parte coperto perché non venga rovinato, è formato da 56 tarsie marmoree su disegni di Beccafumi e Pinturicchio. Tra i molti capolavori contenuti nella cattedrale, soffermatevi sull’altare Piccolomini e sul pulpito di marmo scolpito da Nicola Pisano e dal figlio Giovanni. Infine visitate la Libreria Piccolomini, interamente affrescata da Pinturicchio con gli episodi della vita di Papa Pio II.

Risalendo la piazza a destra del Duomo trovate la testimonianza del progetto di ampliamento della cattedrale, il “facciatone”, che doveva essere la facciata del più grande luogo di culto del mondo cristiano, di cui però fu innalzata solo la navata destra, sede attuale del Museo dell’Opera della Metropolitana. Qui sono custodite molte delle opere che fanno la bellezza del Duomo, come le statue della facciata, oltre ad altri capolavori come la Maestà di Duccio di Buoninsegna e opere dei maggiori maestri della scuola senese, come Beccafumi, Giovanni Pisano, e dei fratelli Lorenzetti.

Uscendo dal Museo dell’Opera del Duomo visitate il battistero di San Giovanni, con il fonte battesimale in bronzo realizzato da Jacopo della Quercia, Donatello e Ghibelli. Infine, se volete scoprire gli artisti della scuola senese del XIV secolo, imboccate via del Capitano e, arrivando in via San Pietro, visitate Palazzo Buonsignori, dove ha sede la Pinacoteca nazionale di Siena. La guida del museo vi condurrà dalla Natività di Lorenzo Lotto, ai capolavori di Duccio, Simone Martini, Pietro e Ambrogio Lorenzetti, per terminare con i cartoni preparatori del pavimento del Duomo di Beccafumi.

Un altro luogo caratteristico dell’arte e della storia senese è il complesso museale di Santa Maria della Scala, il primo ospedale europeo, edificato tra i secoli XI e XII. Qui potrete vedere degli affreschi di Domenico di Bartolo e del Vecchietta che raffigurano la vita dell’ospedale, da sempre rifugio per i pellegrini della via Francigena, i poveri e i malati. Il museo ospita anche l’originale fonte Gaia di Jacopo Della Quercia.

Da Santa Maria della Scala, camminando per una decina di minuti, troverete un altro pezzo di storia senese antica: visitate la Basilica di San Domenico, per vedere un affresco trecentesco raffigurante il più antico ritratto di Santa Caterina, di Andrea Vanni. Poco lontano troverete il Santuario di Santa Caterina, dove la santa ricevette le stimmate.

Dopo questa magnifica giornata, riposatevi alla Fortezza Medicea, dove potrete gustare dell’ottimo vino e ammirare la vista di Siena al tramonto.


Cosa fare a Siena in un giorno con i bambini


Se siete in viaggio con i bambini, piuttosto di visitare chiese e palazzi, portateli in gita in due interessanti musei.

Il grande complesso di Santa Maria della Scala ospita il Museo d’Arte per bambini, che avvicina i bimbi al patrimonio storico-artistico, grazie a iniziative per ogni fascia d’età. I vostri figli potranno partecipare alle attività che si rinnovano mensilmente usufruendo del biglietto gratuito fino a 11 anni.

Anche il Museo di Storia Naturale dei Fisiocritici può essere un’esperienza interessante per i ragazzi, che scopriranno tantissime specie di animali, piante e fossili, iniziando a conoscere il territorio e i più curiosi strumenti degli scienziati. Vicino al museo c’è anche un parco detto l’Orto dei Tolomei, perfetto per un picnic.

Siena è ricca di parchi raggiungibili a piedi, come quello centralissimo vicino alla Fortezza Medicea. Qui tra alberi, giochi e il piccolo lago con le anatre, troverete un angolo di campagna in città dove i bambini potranno scaricare le energie.

Come arrivare a Siena


Se volete fare una gita di un giorno, potete raggiungere facilmente Siena con qualsiasi mezzo. La città è ben collegata e accessibile tramite treno e bus anche dagli aeroporti di Firenze, Pisa e Roma.

Se arrivate in macchina troverete diversi parcheggi a pagamento vicino al centro e alcuni parcheggi gratuiti un po' più defilati. Visto che dovrete camminare molto lungo i saliscendi di Siena, è consigliabile trovare un posto per l'auto a meno di 20 minuti da Piazza del Campo, per esempio in via Vittorio Veneto, sotto la Fortezza Medicea.

Se arrivate alla stazione ferroviaria di Siena, che si trova a 2 km dal centro storico, potrete raggiungere Piazza del Campo in 20 minuti a piedi, usufruendo anche delle scale mobili che vi portano nei pressi di Porta Camollia, oppure prendere uno dei numerosi autobus che arrivano in centro in 5 minuti. Scendete dall'autobus in piazza Gramsci o in Piazza del sale.

Arrivando a Siena in autobus, invece, sarete già nei pressi del centro storico: l'autostazione si trova in piazza Gramsci, da dove raggiungerete tutti i luoghi principali della città.


Scopri le proposte di Terme di Chianciano




























Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
prenotazione@termechianciano.it