I tratti della Via Francigena da percorrere a piedi nei dintorni di Siena

Riscoperta dagli amanti del cammino, la Via Francigena è tornata a essere totalmente praticabile a piedi e in bicicletta dal Regno Unito all'Italia, passando per Francia e Svizzera.

Cos'è la via Francigena

La Via Francigena è una via di pellegrinaggio che nel Medioevo univa Canterbury a Roma, sede della tomba di San Pietro, e questa ai porti della Puglia, dove era possibile imbarcarsi verso la Terra Santa.

Il cammino italiano si estende per circa 1.000 kilometri, dal Passo del Gran San Bernardo a Roma, per poi proseguire fino a Santa Maria di Leuca (LE).
Il percorso ufficiale segnato è quello che porta da Pont Saint Martin (AO) a Roma, lungo il quale è posata l'apposita segnaletica per i pellegrini.

L'itinerario è scandito in tappe, di circa 25 km, al termine delle quali il pellegrino può trovare accoglienza presso strutture adibite a basso costo sparse per tutto il tragitto. Per essere accolto, il viandante deve mostrare la credenziale, una sorta di documento del pellegrino concesso al momento della partenza, dove ogni tappa percorsa viene annotata attraverso un timbro apposto da uffici turistici, strutture ricettive, punti ristoro e parrocchie incontrate lungo la via.

Ma la Via Francigena è adatta anche per una semplice passeggiata o trekking giornaliero, oppure per un soggiorno in cammino di breve durata, scegliendo un itinerario di pochi giorni e kilometri. Inoltre è per tutti, sia adulti che bambini, ed è percorribile in tutti i periodi dell'anno, anche se sono consigliati i mesi centrali, da maggio a ottobre, per le migliori condizioni meteorologiche.

Via Francigena a piedi: idee per l'itinerario da percorrere a piedi dalle parti di Siena


Dalle Alpi alla città eterna: in Italia la Via Francigena passa attraverso 7 regioni (Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Lazio).

Uno dei tratti considerati più belli dell'itinerario italiano è quello che attraversa la Toscana, dal Passo della Cisa (Massa-Carrara), passando per Lucca per arrivare a Siena e dintorni.

Le tratte francigene della provincia senese regalano la vista di paesaggi mozzafiato e di luoghi di interesse storico e culturale.

Seguendo le tappe della guida ufficiale della Via Francigena, il pellegrino entra nel territorio senese nel percorso che congiunge Gambassi Terme, nella provincia di Firenze, a San Gimignano.

La tappa successiva prosegue verso Monteriggioni, passando per le località Molino d'Aiano, Badia a Coneo, Gracciano e poi a Strove, dove sorge una bellissima pieve di origine romantica. I sentieri attraversano il meraviglioso complesso di Abbadia a Isola per poi arrivare a Monteriggioni, che si erge su un colle circondato dalle mura del castello medievale.

Il tratto che segue prevede la partenza da Piazza Roma di Monteriggioni con arrivo a Piazza del Campo a Siena, per una distanza di 20,6 km.

Lasciato Monteriggioni, camminate lungo le strade bianche della montagnola senese verso l'antico borgo medioevale di Cerbaia, oggi abbandonato. Il percorso si immette così in una strada di bosco che arriva ai castelli della Chiocciola e di Villa, prima di scendere lungo Pian del Lago.

Da qui inizia un tratto lungo su strada asfaltata prima di arrivare sulla Via dell'Osteriaccia, dalla quale è possibile prendere il bosco dei Renai che conduce a Porta Camollia, il tradizionale ingresso francigeno a Siena.

Da Siena, la Via Francigena continua verso Ponte d'Arbia, frazione dei comuni senesi di Buonconvento e Monteroni d'Arbia, per poi giungere nella splendida Val d'Orcia nel paese di San Quirico d'Orcia. Da qui il percorso può proseguire verso Radicofani, passando per Chianciano Terme, dove tra l'altro è possibile usufruire di offerte riservate ai pellegrini.

Con la tappa successiva, quella che da Radicofani porta a Acquapendente, in provincia di Viterbo, si abbandona definitivamente il territorio senese.

Le soste da non perdere nei dintorni di Siena


San Gimignano e Monteriggioni sono tappe imperdibili, al di là che siano o meno una stazione segnata nella mappa.

Entrambe circondate da mura risalenti al XIII secolo, sono piccoli centri medioevali fortemente caratteristici. Posizionati sulle colline senesi che si aprono in vallate stupende, tra cui la Val d'Elsa, sono conosciute in tutto il mondo per la loro bellezza.

Sedi di numerosi eventi culturali e tradizionali, Monteriggioni e San Gimignano, il cui centro storico è stato dichiarato Patrimonio mondiale dell'Umanità dall'Unesco, sono mete di turismo durante tutto l'anno.

Monteriggioni e San Gimignano sono solo i principali borghi medievali della provincia di Siena. Vi sono una miriade di altri piccoli paesi risalenti al '200 lungo i quali si snoda il cammino francigeno.

Poi arriva Siena, completamente attraversata dalla Via Francigena da Porta Camollia a Porta Romana, dove Piazza del Campo e il Duomo sono solo l'inizio di una visita in uno dei centri storici più belli d'Italia.

Davanti al Duomo, all'interno del polo museale Santa Maria della Scala, trovate uno dei principali ostelli della Via Francigena, La Casa delle Balie, per l'accoglienza dei pellegrini.

Lasciata Siena alle spalle, si passa in Val d'Orcia, dove la natura regala degli scenari incredibili. San Quirico d'Orcia, anch'esso borgo medievale, si trova all'interno di una cinta muraria. Il paese, in collina, è posizionato tra altri due famosi borghi della Val d'Orcia: Pienza e Montalcino. Uno conosciuto per il formaggio, l'altro per il Brunello, non sono all'interno del tragitto ufficiale della Via Francigena, ma vale la pena una deviazione.

Infine, c'è Vignoni Alto, un piccolo aggregato di edifici medievali. Sotto questo c'è il meraviglioso Bagno Vignoni, piccolo paese che sorge su una sorgente di acqua termale.

La Via Francigena nei dintorni di Siena con i bambini


La Via Francigena nei dintorni di Siena è un'esperienza affascinante. Il tragitto è totalmente sicuro e segnalato, perciò adatto anche per i viaggi di famiglia con bambini. Non solo, il percorso è caratterizzato da numerosi punti di accoglienza, facilitando tappe brevi e poco impegnative.

La natura e le bellezze del paesaggio sono in armonia con borghi e città ricchi di storia e tradizione. Tra i luoghi più attrattivi per i più piccoli troviamo numerosi musei, come il Museo Archeologico delle Acque di Chianciano, molto interessante per il legame tra etruschi e acqua termale. O come il Museo del Castello di Monteriggioni e il polo museale Santa Maria della Scala a Siena, che ospita il Museo Archeologico, il Museo d’Arte Moderna e il Museo per Bambini, nonché mostre, installazioni temporanee, laboratori e molte altre attività.

E ancora, le terre di Siena sono ricche di spettacoli della natura, come la Piazza delle Sorgenti a Bagno Vignone e le sue cascate calcaree.

Infine, tutto l'itinerario si sussegue in un paesaggio che alterna campagna e piccoli centri abitati. Sarà semplice trovare punti in cui fare una sosta, magari per un picnic o per giocare all'aria aperta.

Scopri le proposte di Terme di Chianciano




































Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
prenotazione@termechianciano.it